Ai giovani piace ancora fare impresa anche se crescono le difficoltà. Ma quando riescono a superare la fase di avvio, i giovani “under 35” sono più resistenti rispetto agli altri imprenditori.

Inoltre un’impresa giovanile su 3 chiude i battenti nei primi 5 anni di vita e di queste quasi la metà non supera il biennio. Il risultato è che in otto anni si sono perse 122mila imprese “under 35”, portando a quota 575mila l’esercito delle iniziative imprenditoriali guidate da giovani.

E’ questa la fotografia scattata dall’indagine Unioncamere sulle imprese giovanili tra il 2011 e il 2018. Un dato che emerge è che quasi 41mila imprenditori under 35 nati al Sud sono andati al Centro Nord per mettersi in proprio. Poco meno della metà ha scelto la Lombardia (26%) o il Lazio (22%).

Secondo i nostri dati – commenta il presidente di Unioncamere, Carlo Sangalli – la voglia di fare impresa dei giovani del nostro Mezzogiorno non è stata sconfitta dalla crisi che ha colpito l’economia italiana. Ma occorre creare le condizioni per evitare che i migliori fuggano in altre aree del Paese o all’estero”.

TASSI DI SOPRAVVIVENZA IMPRESE GIOVANILI E NON GIOVANILI

 

 

 

 

 

Graduatoria in base alla quota di giovani imprenditori nati nella regione ma operanti in altre regioni d’Italia

Ord. Regione Quota %
1) Molise 22,8
2) Calabria 21,6
3) Basilicata 19,7
4) Friuli-Venezia Giulia 18,3
5) Liguria 17,6
6) Valle d’Aosta 17,2
7) Umbria 14,9
8) Campania 14,0
9) Puglia 12,8
10) Emilia-Romagna 12,0
11) Sicilia 10,9
12) Piemonte 10,6
13) Abruzzo 10,1
14) Marche 9,8
15) Lombardia 9,6
16) Toscana 8,8
17) Lazio 8,8
18) Trentino-Alto Adige 8,1
19) Veneto 7,8
20) Sardegna 6,9

Fonte:Unioncamere-Si.Camera

 

 

 

 

 

 

Prima regione di destinazione e quota % di giovani imprenditori nati nella regione che vi operano

Regione Prima regione di destinazione Quota %
Abruzzo Lazio 3,7
Basilicata Puglia 2,9
Calabria Lombardia 6,7
Campania Lazio 3,4
Emilia-Romagna Lombardia 4,1
Friuli-Venezia Giulia Veneto 10,6
Lazio Campania 1,9
Liguria Piemonte 5,2
Lombardia Piemonte 1,9
Marche Abruzzo 3,6
Molise Abruzzo 4,8
Piemonte Lombardia 3,6
Puglia Lombardia 2,7
Sardegna Lombardia 1,7
Sicilia Lombardia 3,0
Toscana Lazio 1,8
Trentino-Alto Adige Veneto 2,9
Umbria Lazio 7,6
Valle d’Aosta Piemonte 5,9
Veneto Lombardia 2,3

 

Fonte:Unioncamere-Si.Camera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here