In merito alle informazioni riportate da alcuni organi di stampa che riferiscono dell’adozione di provvedimenti di abbassamento sistematico della pressione nelle reti idriche ovvero turnazione nell’erogazione dell’acqua sul territorio di Roma, Acea Ato 2 precisa che nessuna di queste misure è stata adottata né si prevede che sarà necessario adottare per questa estate 2022, malgrado la congiuntura meteo-climatica molto sfavorevole.

Gli importanti interventi che la società ha messo in atto dall’estate del 2017 con investimenti per il servizio idrico integrato che hanno superato i 100 euro annui per abitante, più del doppio della media nazionale, per un totale di oltre 500 milioni di euro investiti negli ultimi tre anni sulle reti e gli impianti idrici, hanno permesso di ridurre le perdite di 100 milioni di metri cubi all’anno.

A ciò si aggiungono l’importante piano di distrettualizzazione, che ha consentito di ridurre i volumi di acqua immessa nella rete della Capitale passando da 17 a 13,5 mc al secondo conseguendo un notevole risparmio della risorsa idrica, e l’adozione della piattaforma Waidy Management System, soluzione cloud native per la tutela della risorsa idrica, che consente la gestione efficiente delle reti tramite l’elaborazione di dati per il controllo dei volumi d’acqua gestiti, il monitoraggio centralizzato della continuità del servizio e il controllo delle attività di manutenzione.

Tali azioni poste in essere da Acea Ato 2 permettono di garantire oggi la regolare fornitura del servizio idrico nel territorio romano, anche nell’attuale momento di condizioni fortemente siccitose.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here