Sottoscritto nei giorni scorsi da Cgil Roma e Lazio, Cisl Roma Capitale Rieti, Uil Lazio, le rispettive categorie del pubblico impiego, Assessorato e Dipartimento servizi educativi e scolastici di Roma Capitale l’accordo quadro sul servizio di assistenza educativa e scolastica per gli alunni disabili per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie, volto a dare maggiore riconoscimento alla figura dell’OEPA (operatore educativo per l’autonomia). Sono stati ottenuti impegni di fondamentale importanza, dalla salvaguardia dei livelli occupazionali e salariali all’adeguamento del regolamento a quanto previsto dal nuovo CCNL Cooperative Sociali.

“L’Amministrazione – dichiarano le organizzazioni sindacali – si è impegnata a reperire le risorse necessarie a garantire la copertura economica per inserire, in tutti i contratti da stipulare con gli Organismi del Privato Sociale e derivanti dall’Accordo Quadro, una clausola che consenta l’adeguamento automatico del valore economico del costo orario alle nuove tabelle del CCNL Cooperative Sociali e ai costi aggiuntivi derivanti dalla modifica dal Regolamento Capitolino sul Servizio OEPA, nonché all’obbligo della relativa applicazione da parte degli stessi Organismi nei confronti di tutto il personale coinvolto. Roma Capitale ha inoltre confermato l’impegno ad avviare un percorso di modifica e aggiornamento del Regolamento sul Servizio OEPA, in particolare  su: riconoscimento ed inserimento del livello D1 del CCNL Cooperative Sociali per la figura dell’OEPA; modifiche all’art.18 per prolungare le norme transitorie a tutto l’anno 2020 e prorogare i termini per il conseguimento dell’attestato OEPA per tutto il personale impiegato sul Servizio al 30/06/2019; novità introdotte dal nuovo CCNL Cooperative Sociali per tutto il personale che ha conseguito il titolo di OEPA; adeguamento alle norme previste dalla Determina Regionale n. G09492 dell’11/07/2019”.

“Altro punto fondamentale – proseguono Cgil Cisl Uil – è la clausola sociale presente nell’Accordo quadro. Abbiamo ribadito l’ineludibilità di un rafforzamento della clausola, coerentemente con quanto previsto dall’art.13 del Regolamento, e l’Amministrazione si è impegnata ad effettuare ulteriori approfondimenti”.

“Un importante risultato – concludono – che riconosce anni di forte impegno su un tema fondamentale per la comunità come quello dell’assistenza scolastica agli alunni disabili e che consentirà di dare una maggiore dignità professionale agli oltre 3000 tra lavoratrici e lavoratori impiegati nei servizi del territorio di Roma Capitale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here