“Rifondazione Comunista, sarà presente, con l’ANPI il 21 maggio ad Affile per cancellare l’offesa alle vittime dei crimini fascisti e alla Costituzione repubblicana.
Come tutti gli anni, il 21 maggio si svolgerà un sit-in al parco Radimonte di Affile, dove sorge il memoriale al criminale Rodolfo Graziani, viceré d’Etiopia e capo delle forze armate della Repubblica Sociale Italiana, stato fantoccio dei nazisti occupanti. L’evento è per ribadire con forza la richiesta di abbattimento dell’orrendo monumento, che reca offesa a tutte le vittime e a tutte le popolazioni che subirono le atrocità fasciste.

Il 21 maggio 1937, per ordine dello stesso Graziani, che ne rivendicò orgogliosamente la paternità, ebbe luogo la strage di Debra Libanòs, durante la quale vennero massacrati centinaia di monaci etiopi appartenenti alla Chiesa copta e civili. Non fu certo l’unico crimine di cui Graziani si macchiò in Africa e successivamente in Italia (fu suo ad esempio l’ordine di deportare in Germania circa 2.500 carabinieri romani).

Ricordiamo che all’evento, oltre al presidente dell’ANPI provinciale di Roma Fabrizio De Sanctis e il presidente nazionale Gianfranco Pagliarulo, parteciperanno i rappresentanti della comunità etiope, il presidente del Circolo Gianni Bosio prof. Sandro Portelli, il prof. Alessandro Triulzi storico dell’Africa all’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, rappresentanti di associazioni, sindacati, partiti, movimenti. Il PRC/SE invita tutti/e coloro, che ritengono vergognoso il monumento al criminale Rodolfo Graziani, a partecipare all’importante evento del 21 maggio ad Affile”.

Così in una nota dichiara Giovanni Ammendola, responsabile Antifascismo Roma e Lazio del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here