“Aiuti di Stato, sostegni ok a imprese e banche in difficoltà”, titola stamattina in prima pagina Il Sole 24 Ore.

A pagina 4: “Aiuti di Stato, clausola salvabanche”. Nuove regole Ue. Pronta la riforma: possibile ricapitalizzare banche in difficoltà senza oneri per risparmiatori e investitori. Nuovi tetti per i sostegni alle imprese: 400mila euro per la guerra, 2 milioni per la crisi energetica, 25 milioni per salvare l’azienda.

Tra le novità messe a punto, a valle della settimana di consultazione dei governi dei paesi membri, c’è la definizione degli aiuti a supporto delle imprese che hanno subito effetti indiretti legati al conflitto in Ucraina o alle sanzioni (ovviamente sono escluse le attività colpite direttamente dalle sanzioni internazionali) – si legge nel pezzo di Laura Serafini -. In questo caso il sostegno complessivo per ogni impresa non può superare i 400mila euro (sono previsti 35mila euro aggiuntivi per le imprese che operano nel settore agricolo o della pesca). Queste si aggiungono a un’ampia gamma di strumenti a supporto delle imprese che subiscono gli effetti del caro energia: in questo caso la soglia massima non deve superare i 2 milioni per impresa, che possono salire a 25 milioni se si tratta di garantire la continuità aziendale di imprese energivore che hanno subito importanti perdite operative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here