“Aiuti straordinari al turismo”, titola stamattina Italia Oggi. Stop mutui fino a marzo, bonus su ristrutturazioni e affitti. Gli incentivi nel decreto Agosto. Niente Imu per stabilimenti balneari, terme, villaggi, rifugi.

Il quotidiano riassume le principali misure in una tabella:

Le agevolazioni per il settore turistico e termale

Moratoria mutui –  Per le imprese del comparto turistico è prorogata al 31 marzo 2021 la moratoria straordinaria di mutui e canoni di leasing prevista dal decreto Cura Italia in scadenza prima del 30 settembre 2020.

Credito d’imposta per riqualificazione strutture – È riconosciuto in misura del 65% fino a 200.000 euro (anziché del 30%) per il 2020 e 2021. Il bonus spetta anche per gli interventi su strutture ricettive all’aria aperta. per la realizzazione di piscine termali e per il miglioramento delle strutture agrituristiche.

Tax credit locazione immobili – Il bonus per il canone di locazione degli immobili delle strutture turistico-ricettive con attività solo stagionale è stato esteso a luglio 2020 (oltre aprile, maggio e giugno).

Esenzione Imu –  La seconda rata Imu (la prima rata 2020 era stata eliminata dal decreto Rilancio) non è dovuta nel caso di stabilimenti balneari e termali, immobili D/2, agriturismi, villaggi turistici, rifugi di montagna, bed & breakfast, campeggi, fiere, cinema, teatri, discoteche, ecc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here