“Ancora una volta dobbiamo smentire le parole di Calenda. Il candidato sindaco dovrebbe informarsi meglio prima di parlare della Roma Lido e dare numeri che non corrispondono al vero. Sono in tutto 180 i milioni dati dal Ministero dei Trasporti alla Regione per la Roma-Lido e sono stati tutti affidati e impegnati, tanto che i lavori sono già ripartiti. Nello specifico dei 180 milioni del FSC: 40 milioni di euro sono stati dedicati alla creazione di un nuovo deposito Lido centro, attualmente in atto di progettazione esecutiva, ulteriori 45,5 milioni di euro sono stati dirottati per l’acquisto di nuovi treni e dopo l’apertura delle offerte economiche c’è stata l’aggiudicazione provvisoria della gara. Alla manutenzione straordinaria dei treni sono andati 13,5 milioni di euro, con la stipula di un primo contratto applicativo, che sta all’interno di un accordo quadro complessivo di circa 60 milioni di euro. Da fine agosto, infatti, partiranno i lavori sui primi treni MA200. Al sistema di comunicazione terra – treno sono andati 4 milioni di euro (anche in questo caso la gara è stata aggiudicata). Infine 77 milioni di euro sono andati a RFI per l’armamento che inizierà il prossimo febbraio. Tutti questi numeri dimostrano che 180 milioni di euro affidati alla Regione Lazio dal Ministero sono stati attivati. Calenda si informi prima di sparare numeri senza senso. La Regione Lazio intanto continua a lavorare”.

Così in una nota Mauro Alessandri, Assessore ai Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here