“Nell’ultimo giorno di volo di Alitalia, il nostro pensiero va a tutti i lavoratori coinvolti nel cambiamento dell’assetto societario che, come noto, prevede la fine di Alitalia e l’avvio della nuova Ita. Come Regione Lazio rimaniamo nella convinzione che la nuova compagnia debba rappresentare un’occasione di rilancio e una premessa per un nuovo piano di assunzioni. Tanti sono ancora i nodi aperti, criticità sulle quali chiamiamo ancora una volta tutti i livelli istituzionali a lavorare con la massima collaborazione e senso di responsabilità. Riteniamo, infatti, che a nessuno livello istituzionale e aziendale possa considerare archiviata la partita occupazionale e professionale di tutte le lavoratrici e lavoratori che al momento non sono stati chiamati a lavorare con la nuova compagnia. In merito ai contratti è necessario riaprire la trattativa tra ITA e le organizzazioni sindacali, anche al fine di ridefinire un nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro nel settore del trasporto aereo e facilitare l’attività di decollo della nuova compagnia. E’ quanto mai urgente conoscere l’intero piano industriale di Ita e il relativo cronoprogramma a partire dal potenziamento dei voli della nuova compagnia, poiché riteniamo che sia interesse di tutti riavere una grande compagnia aerea”.

Così in una nota Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here