Ama, attraverso un comunicato, rende noto che “il decoro presso gli istituti scolastici della citta’ e’ assicurato e non sussiste alcun rischio di allarme igienico ne’ tantomeno sanitario. Per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti all’interno ai plessi, svolto da soggetti affidatari e non direttamente da Ama, l’azienda effettua in modo costante controlli volti a valutare il corretto andamento del servizio, come da prassi seguita anche per tutte le altre utenze non domestiche. L’azienda, quando e’ parte lesa, agisce in danno alla ditta affidataria addebitando i costi del servizio. Tutti gli istituti scolastici sono quindi quotidianamente monitorati, sia nella pulizia delle aree esterne che nella verifica del corretto espletamento del servizio di raccolta interno”, la posizione dell’azienda in risposta a quanto pubblicato da alcuni organi di stampa.

“Siamo in contatto costante con gli organismi e le autorita’ scolastiche in un clima di totale e proficua collaborazione – sottolinea l’Amministratore Unico di Ama, Stefano Zaghis – Proprio poco fa ho parlato con il professor Rusconi, presidente dell’Associazione Presidi, e ho assicurato la massima attenzione da parte di Ama nel garantire il decoro presso gli istituiti scolastici. Il nostro personale sta verificando anche il corretto svolgimento dei servizi di raccolta dei rifiuti all’interno dei singoli istituti, facendo intervenire i prestatori d’opera la’ dove necessario con operazioni di ripristino del decoro”.

“A cio’, ovviamente, si aggiungeranno sanzioni ai prestatori qualora si riscontrassero standard del servizio difformi o comunque non coerenti con quanto previsto nel capitolato di gara. Mi preme comunque ricordare che nei giorni scorsi le attivita’ di raccolta dei rifiuti hanno subito dei rallentamenti, comunque circoscritti e limitati alla frazione organica e indifferenziata, a causa dei noti problemi di ricettivita’ da parte di impianti terzi di smaltimento”.

“Le notizie che riempiono le cronache di questi giorni, relative all’allerta coronavirus – conclude Zaghis – richiedono uno sforzo ulteriore da parte di tutti noi nell’evitare allarmismi ingiustificati. Anche su questo aspetto ho riscontrato una totale sintonia da parte del presidente Rusconi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here