“Vorremmo ringraziare Carlo Calenda per il complimento fatto all’amministrazione regionale per quanto portato a termine in questi anni sull’anello ferroviario. Infatti, con il riconoscimento dell’opera come prioritaria da parte del governo, l’intero progetto è stato finalmente commissariato e l’attuazione procederà spedita, con un finanziamento di oltre 550 milioni di euro. In più, questa dichiarazione è l’opportunità giusta per ricordare anche quello che è stato fatto per le ex concesse, il vero tallone d’Achille del sistema del Trasporto Pubblico di Roma. Dopo anni di sacrifici per tantissimi pendolari (1 miliardo di persone l’anno: 70 mila al giorno sulla Roma- Viterbo, 240 mila al giorno sulla Roma-Lido), finalmente prenderanno il via i cantieri da giugno. Iniziamo a finalizzare il grande investimento da 800 milioni e poniamo fine a una situazione di confusione sulle competenze, che si è tradotta negli anni in disagi e sofferenze per i pendolari. In particolare Rete Ferroviaria Italiana avvierà la gara sulla Roma Lido da giugno 2021 e proseguirà con interventi su armamento e linea elettrica con interventi per oltre 70 milioni di euro. Astral ha aggiudicato la gara di 19 milioni di euro, di 59 complessivi, per la manutenzione straordinaria, a partire da luglio, di tutti i convogli. Per i nuovi convogli delle due linee, saranno utilizzati 315 milioni di euro. L’Accordo Quadro prevede l’acquisto di 38 treni per le due ferrovie ex concesse di cui 20 per la Roma Lido e 18 per la Roma-Viterbo e verrà aggiudicato anche esso entro luglio. Il primo stralcio operativo dell’accordo, per un importo di 100 milioni, prevede i primi 5 nuovi treni della Roma-Lido e i primi 6 nuovi convogli per la Roma-Viterbo”.

Lo dichiara in una nota l’assessore alla Mobilità della Regione Lazio, Mauro Alessandri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here