“Bene l’approvazione definitiva della proposta di legge sulla qualità del lavoro negli appalti da parte della Commissione consiliare Lavoro del Lazio. La proposta di legge, di iniziativa della Giunta Zingaretti, è frutto di un importante lavoro di ascolto e concertazione di tutte le parti sociali e istituzionali interessate. Si tratta di un intervento normativo che mira a qualificare il lavoro delle tante lavoratrici e lavoratori che operano negli appalti. Non solo. La proposta di legge interviene anche per qualificare gli operatori economici con premialità per le aziende che improntano l’organizzazione del lavoro sulla sicurezza nei luoghi di lavoro sul benessere organizzativo, sulla parità salariale e sulla parità generazionale e di genere. Norma centrale e fondamentale è la clausola sociale tesa a tutelare la salvaguardia occupazionale nei cambi di appalto, strumento più efficace per proteggere i lavoratori e le lavoratrici, in modo particolare nel settore dei servizi ad alta intensità di manodopera. Intervento necessario che apprezziamo sia stato ripreso anche a livello nazionale con l’approvazione dell’emendamento al DDL sugli appalti, soprattutto in un momento storico come quello che stiamo attraversando caratterizzato da importanti investimenti anche a valere sul PNRR, e la ripresa degli investimenti pubblici non può avvenire in nessun modo a scapito della qualità del lavoro sia per le imprese e sia per i lavoratori”.

Lo dichiara in una nota l’assessore al Lavoro e Nuovi diritti della Regione Lazio, Claudio Di Berardino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here