Approvata dal Consiglio Regione Lazio la proposta di legge regionale n.313 del 7 ottobre 2021 sulla qualità e la sicurezza del lavoro negli appalti pubblici dopo l’ok della scorsa settimana in IX Commissione, presieduta dalla Consigliera Eleonora Mattia. Il testo di legge ha lo scopo di assicurare la qualità, la sicurezza e la stabilità del lavoro nei contratti pubblici di appalto e concessione nell’ambito dei servizi e forniture, esecuzione di opere e lavori, eseguiti sul territorio regionale.

Prevista l’eliminazione del dumping contrattuale e un maggior sostegno alla stabilità occupazionale dei lavoratori mediante il sistema della cosiddetta “Clausola sociale” al fine di salvaguardare l’occupazione nei cambi di appalto. Previsti, inoltre, degli elementi di premialità nell’aggiudicazione degli appalti per le aziende virtuose la cui organizzazione è imperniata sul benessere e la qualità del lavoro.

“Si tratta di una legge avanzata sui criteri qualitativi premiali e clausola sociale che è frutto di un grande lavoro condiviso in IX Commissione con i colleghi e le colleghe e le parti sociali che hanno intensamente lavorato alla definizione di un modello legislativo fortemente innovativo. Questa legge rappresenta uno straordinario passo in avanti per il Lazio perché ci consente nuovi strumenti che guardano a imprese più sicure e innovative. Non si gioca sulla salute delle lavoratrici e dei lavoratori.

Con la nuova legge andiamo avanti nella stagione riformista della giunta Zingaretti sul tema dei diritti del lavoro. La Gig Economy, la Blue Economy, la lotta al caporalato, la parità salariale e promozione del lavoro di qualità delle donne sono soltanto alcune delle leggi approvate sotto la guida Zingaretti in questa legislatura”, dichiara Eleonora Mattia, Presidente IX Commissione Consiglio Regionale del Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here