L’Agenzia delle Entrate sta collaborando con la Procura della Repubblica di Roma e con i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma nell’indagine che oggi ha portato agli arresti, con l’ipotesi di corruzione, truffa, frode informatica e accesso indebito ad un sistema informatico e telematico, di un funzionario in servizio presso la Direzione provinciale di Roma dell’Agenzia e di un commercialista romano.

L’indagine penale è scaturita da una denuncia presentata dalla Direzione Centrale Audit dell’Agenzia delle Entrate a seguito di una inchiesta amministrativa interna, volta ad accertare specifiche irregolarità segnalate tramite il canale whistleblowing.

L’Agenzia ribadisce la piena disponibilità a collaborare con gli inquirenti non solo per il doveroso rispetto delle norme, ma anche a tutela del lavoro e dell’onorabilità dei propri dipendenti che compiono ogni giorno, con professionalità e onestà, il proprio lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here