“Arriva l’aiuto da 250 a 800 euro per i professionisti senza albo”, titola stamattina Il Sole 24 Ore. Legge di Bilancio. L’Iscro (sperimentale dal 2021 al 2023) sarà erogata dall’Inps alle partite Iva iscritte nella gestione separata. Scatterà con redditi sotto il 50% della media dei tre anni precedenti.

Un contributo di importo compreso tra 250 e 800 euro mensili erogato per un semestre, che non concorre alla formazione del reddito . si legge sul quotidiano economico -. Questo, in concreto, è l’Iscro (Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa), aiuto su cui potranno contare nel triennio 2021-2023 i liberi professionisti con partita Iva iscritti in via esclusiva alla gestione separata dell’Inps, non pensionati, che registrano un calo di reddito. (…) Più precisamente, per poter presentare domanda per la nuova indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro), il reddito registrato nell’anno precedente la richiesta deve essere inferiore al 50% della media dei redditi dei tre ulteriori anni precedenti e non superiore a 8.145 euro (rivalutati nel tempo). Quindi per il 2021 si dovrà considerare il reddito 2020, che dovrà essere meno del 50% della media di quelli del triennio 2017-2019. (…)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here