″Tutti i centri prelievi della Asl Roma 6 resteranno attivi e i cittadini potranno continuare a effettuare le analisi del sangue negli stessi presidi di prossimità a cui sono abituati”. Lo afferma Narciso Mostarda, Direttore Generale della ASL Roma 6.
Il decreto del Commissario ad Acta 219/2014 – si legge nota della ASL Roma 6 – ridisegna il modello organizzativo dei laboratori di analisi della Regione Lazio secondo una rete di hub (laboratori centrali che effettuano grandi quantità di esami di routine) e spoke (laboratori territoriali dedicati all’emergenza e ad alcuni test specialistici).
L’integrazione dei laboratori spoke della Asl Roma 6 con l’hub del Sant’Eugenio (Asl Roma 2), è in corso secondo un rigoroso cronoprogramma.

La progressiva riorganizzazione dei laboratori (iniziata a luglio e la cui conclusione è prevista a ottobre) prevede anche un’integrazione, sia logistica che informatica, dei singoli centri prelievi con il laboratorio centrale; verranno messi in rete tutti i centri prelievi della Asl Roma 6: Ciampino, Ospedale di Marino, Rocca Priora, Frascati (distretto di via Fermi), Albano (Gallerie di Sotto), Ariccia (Spolverini e Ospedale dei Castelli), Ospedale di Velletri, Lariano e Casa circondariale di Velletri.

Per continuare a garantire qualità ed efficienza delle analisi, la Asl Roma 6, su disposizione regionale, ha stanziato un finanziamento per l’ammodernamento dei laboratori e delle relative strumentazioni, a Velletri, Frascati e Ospedale dei Castelli.
La situazione attuale nel dettaglio:
Da due mesi la Asl Roma 6 sta trasferendo una piccola parte dei campioni di Ciampino al Sant’Eugenio, per testare la funzionalità del sistema.

A Frascati sono in corso i lavori di ristrutturazione per creare ex novo un laboratorio per le emergenze, al piano terra del terzo padiglione (ex Spdc). Parallelamente alle azioni di implementazione del DCA, il laboratorio di Frascati sta continuando a garantire tutte le attività finora svolte, con le nuove strumentazioni.

Rinnovamento degli ambienti anche per Velletri, dove a breve cominceranno i lavori.
All’Ospedale dei Castelli avranno inizio nel giro di pochi mesi i lavori per consentire il trasferimento del laboratorio di Genzano, per le funzioni di riordino previste dal DCA.
Il decreto regionale prevede il trasferimento dei campioni biologici raccolti nei centri prelievi del litorale (Anzio, Nettuno, Pomezia e Ardea) presso l’hub di riferimento di Latina. Attualmente il laboratorio di Anzio sta continuando a svolgere le attività consuete, con la nuova strumentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here