L’Assemblea Capitolina ha approvato il Bilancio consolidato 2019 di Roma Capitale. Il documento integra i consuntivi economico-finanziari e patrimoniali del 2019 di Roma Capitale, Gruppo Acea e delle altre società partecipate (Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Servizi Pubblici Locali, Aequa Roma, Associazione Teatro di Roma, Fondazione Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fondazione Musica per Roma, Risorse per Roma e Zètema), oltre ai pre-consuntivi di Ama, Farmacap, Roma Metropolitane, Fondazione Roma Solidale Onlus, Azienda speciale Palaexpò. Atac rimane esclusa dal perimetro di consolidamento, come prevede la legge in caso di azienda sottoposta a procedura di concordato preventivo.
Lo stato patrimoniale consolidato registra un patrimonio netto di circa 10,3 miliardi di euro (+117,6 milioni rispetto al 2018). Il conto economico si chiude con un risultato di esercizio positivo pari a 60 milioni di euro, su cui incidono le rettifiche da consolidamento dovute alla riconciliazione delle partite debitorie e creditorie reciproche tra Campidoglio e partecipate.
“Con il Bilancio consolidato 2019, Roma Capitale trae frutto dal lavoro di chiarificazione dei rapporti infragruppo di debito-credito tra il Campidoglio e le sue società. Un impegno complesso per il cui svolgimento siamo dovuti andare indietro lontano nel tempo scavando in partite sospese da troppi anni. E un lavoro di squadra che dovrà necessariamente andare avanti e che ci consentirà di portare alla normalità situazioni certamente non fisiologiche. Oggi registriamo un risultato di esercizio positivo e per la collaborazione e sensibilità mostrata, ringraziamo le strutture capitoline e i nuovi vertici delle società partecipate attivi in questo percorso”, dichiara l’assessore al Bilancio e al coordinamento strategico delle Partecipate Gianni Lemmetti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here