“Cotral distribuisce carnet di biglietti nei campi rom per far vedere ai passeggeri che questa gente paga il biglietto”. Lo ha rivelato Marco, autista Cotral di Roma, che si è sfogato ai microfoni della trasmissione di Radio 24, La Zanzara, condotta da Giuseppe Cruciani con la collaborazione di David Parenzo. Lavorolazio.com ha sintetizzato l’intervento dell’uomo che ha spontaneamente telefonato nel corso della puntata di ieri: “Volevo invitare Parenzo un giorno a fare una corsa sul Cotral che io guido, sono autista del Cotral. Perchè? Perchè è successo che fino ad oggi non me ne fregava niente se pagavano o no il biglietto, da oggi, da un po’ di tempo, l’azienda ci ha fatto diventare degli sceriffi. Praticamente noi facciamo gli autisti-controllori. Salgono i rom, non pagano i biglietti e io rischio il posto di lavoro perchè loro non pagano il biglietto. Cacciarli via? E’ proprio quello che non si può fare, perchè salgono con 10 minori. Li caccio via lo stesso? Non parlare di cose che non conosci – prosegue l’autista, rispondendo a Giuseppe Cruciani -. Denunciare alla mia azienda quello che succede? Loro andrebbero denunciati, che fermano gli autobus – prosegue l’uomo riferendosi ai rom -.Ma chi ci rimette è chi ha pagato il biglietto sopra e deve andare al lavoro. Quante volte succede? Sulle linea del litorale, tutti i giorni. Ma a me non frega niente se quello paga o no il biglietto, succede che io sono stato chiamato a fare lo sceriffo. Dovrebbe fregarmene? E’ un problema dell’azienda, perchè io devo guidare e cacciare la gente? Comunque non era questo l’argomento, bisogna conoscere l’argomento prima di parlare. Perchè l’azienda va nei campi rom, dà dei carnet di biglietti a questi rom che non pagano il biglietto, per far vedere alla gente che sta sopra che anche loro pagano il biglietto. Quindi Cotral regala biglietti ai rom? Ha questi carnet, li porta nei campi rom… agevolati, regalati… Chi li porta? Ci sono degli addetti Cotral che vanno in questi campi rom. Fino a qui è giusto. Ma io non mi faccio sputare in faccia e malmenare da un rom a cui chiedo il biglietto. Perchè i rom non usano questi biglietti? Perchè poi se li rivendono. In quali campi rom portano questi biglietti? E pieno di campi, sull’Appia, sulla Litoranea, a Ciampino… Portano i carnet per regalarli? Regalarli, agevolarli…. E’ una questione di legalità e di giustizia. Se il biglietto lo paga l’italiano, deve pagarlo anche il rom”, conclude l’autista.

L’azienda, però, smentisce seccamente quanto denunciato dall’autista: “Non risponde al vero quanto dichiarato ieri da un autista dell’azienda ai microfoni de La Zanzara – la replica di Cotral -. L’accusa rivolta a Cotral è gravemente diffamatoria e non vi è alcuna prova a sostegno di tale tesi: nessun dipendente dell’azienda è incaricato di distribuire gratuitamente biglietti nei campi rom. Le uniche agevolazioni tariffarie esistenti sono quelle pubblicate sul nostro sito nella pagina Agevolazioni che vi invito a consultare al fine di fornire una corretta informazione sul tema”, la posizione dell’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here