Il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Fondi nella seduta del 20 febbraio u.s. ha approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2018 comprensivo della Nota Integrativa e la Relazione sulla gestione. L’Utile netto raggiunge € 2,3 milioni (+27,5% rispetto allo scorso esercizio).

Quanto agli aspetti patrimoniali:
La Raccolta Diretta comprensiva dei Titoli in circolazione ammonta ad € 686 milioni (+1,4% rispetto allo scorso esercizio);

Crediti verso la Clientela, depurati dei Titoli valutati al costo ammortizzato che confluiscono nella voce di bilancio prevista dal nuovo Schema di Stato Patrimoniale, ammontano a € 576 milioni (- 0,7% rispetto allo scorso esercizio). La voce risente della operazione di cessione per cartolarizzazione di un portafoglio di crediti a sofferenza operato nell’esercizio (pari ad € 55 milioni al lordo delle relative svalutazioni); non considerando tale cessione l’aggregato registrerebbe un incremento pari ad € 28 milioni (+ 5,1% rispetto allo scorso esercizio). La voce è esposta al netto delle Svalutazioni a copertura del Rischio di Credito. Il Tasso di Copertura dei Crediti Deteriorati (NPE coverage ratio) raggiunge il 45%, in considerevole aumento rispetto al corrispondente dato registrato alla fine dell’esercizio precedente (38%). A conferma dell’effetto positivo dovuto alla riduzione dei crediti deteriorati, l’indice NPE ratio, determinato quale rapporto tra i crediti deteriorati lordi e i crediti totali lordi, è pari all’ 11,4% contro il 20,9% del precedente esercizio, mentre il Texas ratio, calcolato come rapporto tra i crediti deteriorati netti ed il patrimonio netto, si è attestato al 70,6%, in considerevole riduzione rispetto al 131,5% registrato alla fine dell’anno precedente;

Il Patrimonio Netto ammonta ad € 54 milioni (-14,4 % rispetto allo scorso esercizio per effetto principalmente degli impatti emergenti dalla prima applicazione del Principio Contabile IFRS 9). I Fondi Propri, che non contengono ancora l’effetto delle attribuzioni alle Riserve Patrimoniali della destinazione dell’Utile netto d’esercizio, calcolati tenendo conto della opzione di cui al REG. (UE) 2017/2395 esercitata dalla Banca nei termini previsti, ammontano invece ad € 63,3 milioni (+ 2,1% rispetto allo scorso esercizio) portando il CET 1 Capital Ratio e il TIER 1 Ratio al 15,06%, contro il 14,02% dell’esercizio precedente, mentre il Total Capital Ratio si attesta al 15,19% contro il 14,21% dell’esercizio precedente. Tali valori, ampiamente superiori a quanto richiesto dalla regolamentazione prudenziale dell’Organo di Vigilanza, testimoniano l’elevato livello di solidità della Banca, che da sempre opera con obiettivi ispirati a criteri di sana e prudente gestione.

La proposta di ripartizione dell’utile netto che sarà portata alla attenzione della prossima Assemblea Ordinaria dei Soci prevede un dividendo invariato rispetto a quello dello scorso esercizio pari ad € 2,00 per azione, mentre le attribuzioni a Riserve Patrimoniali saranno proposte per un ammontare totale pari ad € 1,2 milioni.

Le azioni della Banca Popolare di Fondi sono attualmente negoziate attraverso la piattaforma HiMTF e la negoziazione in conto proprio delle azioni è sospesa. Nel rispetto dello Statuto Sociale il Consiglio di Amministrazione porterà comunque alla attenzione della prossima Assemblea la proposta di confermare il valore delle azioni ad € 99,00 per azione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here