“Bar, alberghi e studi professionali: scatta subito il bonus affitti del 60%”. Questa l’apertura domenicale de Il Sole 24 Ore. Agenzia delle Entrate. Via libera alla compensazione con Imu e altre imposte, leasing finanziario escluso.

A pagina 2: “Affitti commerciali, il bonus al 60% si può utilizzare subito”. La circolare delle Entrate. Via libera alla compensazione del tax credit con Imu e altri tributi Ammessi anche forfettari e agricoltori. Per attività nate nel 2019 si va verso la modifica alla Camera. Lo sconto fiscale può essere ceduto al proprietario per pagare o compensare il canone di locazione. La risoluzione 32/E fissa il codice tributo «6920» con cui da ieri il bonus può essere speso in F24.

I chiarimenti del fisco riepiogati in 4 tabelle da Il Sole 24 Ore:

IL CREDITO D’IMPOSTA – Bonus ridotto al 30% per l’affitto d’azienda 1 Il ta credit è pari al 60% del canone degli immobili ad uso non abitativo e al 30% del canone nei casi contratti di affitto d’azienda e a prestazioni complesse (es. coworking). L’importo da prendere a riferimento è quello versato nel periodo d’imposta 2020 per ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio

I BENEFICIARI – Per gli alberghi nessun tetto di ricavi Beneficiario è chi svolge attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni. È riconosciuto alle strutture alberghiere e agrituristiche a prescindere dal volume di ricavi e compensi. Vi rientrano anche gli enti non commerciali, compresi enti del terzo settore e religiosi

I REQUISITI – Possibile diritto per un solo mese I beneficiari che svolgono attività economica devono aver subìto una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi in ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta precedente. Il calo va verificato mese per mese, perciò può spettare anche solo per un mese

L’UTILIZZO – Ammessa la cessione anche al locatore Il credito d’imposta è subito utilizzabile in compensazione o nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa (Redditi 2021 per il 2020). Può però essere anche ceduto al locatore, al concedente o ad altri soggetti, comprese banche e altri intermediari finanziari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here