“Le note di giubilo della maggioranza in merito all’approvazione dell’assestamento di bilancio e agli investimenti su Roma con un netto aumento di fondi per il triennio 2022-2024 lasciano perplessi. Come, infatti, ha dichiarato chiaramente l’assessore al Bilancio Silvia Scozzese, circa 700 milioni di euro arrivano nelle casse del Comune grazie al PNRR, come noto fondi arrivati all’Italia dall’UE. Questi fondi sono evidentemente andati anche a ridurre l’importo dei mutui, con recuperi importanti di risorse comunali. Quindi tutte queste felicitazioni da parte della maggioranza per il lavoro certosino che sarebbe stato fatto, in realtà certificano null’altro che una redistribuzione di fondi grazie al PNRR. In aggiunta, i fondi regionali recuperati di cui parla l’Assessore in parte dovevano essere inseriti già a gennaio, senza attendere il rendiconto, se si fosse fatta una operazione più accurata di analisi del bilancio. Se ci concedete un’altra metafora, chi fa le nozze coi fichi secchi agli ospiti può offrire al massimo quello, se qualcuno invece ti rifornisce di caviale e champagne è evidente che il regime sarà diverso: ma ciò non accade grazie alle tue capacità, bensì grazie a quelli che ti hanno dato champagne e caviale. E’ proprio quello che è accaduto a Roma con l’approvazione dell’ultimo assestamento di bilancio. Insomma, consigliamo più lavoro a testa bassa e meno crogiolamento sugli allori”.

Così in una nota il gruppo consiliare capitolino M5S.