“Bonus 110%, sanzioni salate”, titola stamattina Italia Oggi. Integrale restituzione se la detrazione risulta indebita. Analisi delle penalità previste con il rischio di responsabilità in solido con il fornitore.

Il quotidiano riassume in una tabella le sanzioni per le violazioni:

Detrazione indebita – Nel caso sia accertata la mancata «sussistenza», anche parziale, dei requisiti che danno diritto alla detrazione d’imposta, l’agenzia provvede al recupero dell’importo corrispondente alla detrazione non spettante, con aggravio di interessi e di sanzioni, di cui all’art. 13 del dlgs 471/1997.

Visto di conformità infedele – Si rende applicabile la sanzione variabile da 258 a 2.582 euro, con sospensione della facoltà a rilasciare il visto in caso di recidiva o in presenza di gravi violazioni, ai sensi della lettera a), comma 1, dell’art. 39 del dlgs 241/1997 con possibile inibizione dalla facoltà di rilasciare il visto di conformità in caso di recidività.

Attestazione mendace – Si rende applicabile la sanzione amministrativa pecuniaria da 2 mila a 15 mila euro per ciascuna attestazione o asseverazione infedele resa.

Sanzioni penali – Nel caso in cui l’asseverazione abbia contenuto mendace si configura il reato di cui all’art. 483 codice penale con la conseguente punibilità con la reclusione fino a due anni, mentre se si tratta di false attestazioni in atti dello stato civile, la reclusione non può essere inferiore a tre mesi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here