“Il 20 gennaio, in piena emergenza cimiteri capitolini, avrà luogo la Commissione Ambiente da me richiesta per capire cosa non sta funzionando. Riguardo alle cremazioni il Campidoglio aveva il dovere di controllare e impedire che nella Capitale d’Italia potessero accadere fatti così gravi”. Lo afferma in una nota il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni in vista della Commissione sul tema dei cimiteri romani che da mesi sono in difficoltà nell’accogliere le salme e nell’impossibilità di procedere alle cremazioni.

“La Sindaca è al corrente della situazione eppure poco ha fatto per rendere queste strutture adeguate alla funzione che rivestono, che non è solo quella di accogliere chi ci lascia, ma di farlo nelle migliori condizioni possibili. Qui invece siamo al punto in cui non viene garantito nemmeno il rispetto dei profili igienico-sanitari e ambientali. Eccessiva complessità del contratto di servizio con Ama, farraginosita’ dei rapporti con il dipartimento, deficit infrastrutturale e carenza di nuovi forni crematori, necessità di trovare nuova regolamentazione per una materia non rispondente più alle esigenze dei cittadini: serve un chiarimento immediato su questi temi. Le scene dei carri funebri in fila davanti a Prima Porta o la pessima figura delle celle frigo non funzonati al Laurentino sono il risultato di un quadro in cui prima di tutto vanno individuate le responsabilita’ di ciascuno”, spiega il consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier Davide Bordoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here