“Roma deve tornare a guardare al futuro e a pensare in grande. Creare un grande spazio espositivo in  Campidoglio liberato dagli uffici. Il progetto Campidoglio 2 va finalmente realizzato perché consentirebbe il trasferimento degli uffici amministrativi del comune in un unico spazio raggiungibile con la metropolitana ma consentirebbe anche di valorizzare uno dei luoghi più belli della nostra città”.
Così in una nota il consigliere del gruppo della Lista Civica Calenda in Campidoglio.
“Creare  un unico polo amministrativo moderno dove espletare tutte le attività al servizio dei cittadini e delle imprese non deve rimanere un sogno nel cassetto. Purtroppo dopo 20 anni la dura realtà è sotto gli occhi di tutti con uffici centrali sparsi tra il colle capitolino, Via dei Cerchi, Via della Greca, e poi altri ad Ostiense e altri ancora all’Eur. Proprio per queste ragioni ho chiesto la convocazione delle commissioni competenti, proprio per capire cosa si stia facendo e nel contempo per sostenere quell’idea. Creare un unico polo amministrativo centrale renderebbe Roma una città più efficiente e più sostenibile, sia dal punto di vista della mobilità che di quello ambientale. Inoltre come sosteneva Antonio Cederna – conclude il consigliere di Azione – liberare il Campidoglio dalla burocrazia e collegare l’area del Palatino all’area archeologica dei Fori, con il Colosseo e poi con l’Appia Antica consentirebbe di creare un parco archeologico unico al mondo, che diventerebbe l’immagine e il volano turistico della nostra città nel mondo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here