Nuovi percorsi cicloturistici nei territori di margine di Roma Capitale, nell’Agro Romano, parchi e riserve naturali, segnaletica univoca per tutti gli itinerari, e una mappa interattiva per turisti e cittadini. E’ quanto previsto da una memoria approvata dalla Giunta Capitolina in cui si chiede a dipartimenti e uffici di individuare percorsi già esistenti e nuovi percorsi per promuovere il turismo sostenibile nei territori di margine del Comune di Roma Capitale, in connessione con la rete ciclabile cittadina e pedonale esistente o in via di realizzazione. In una seconda fase è prevista l’istituzione di una piattaforma digitale che comprenda tutta la rete delle aree pedonali e ciclabili e una mappa interattiva dei percorsi con l’indicazione di tutti i siti di interesse culturale e turistico.

Tramite la Consulta cittadina per la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile, come prima attività funzionale all’istituzione dei vari percorsi, si chiede di avviare un tavolo per la ricognizione di tutti i rami esistenti. Parallelamente, sarà dato avvio al confronto con tutti gli enti di competenza, coinvolgendo anche la Regione Lazio, al fine di definire tutte le attività necessarie per l’istituzionalizzazione dei percorsi ad oggi senza titolo amministrativo, quindi la realizzazione del progetto di rete complessivo, che comprenderà la realizzazione di una segnaletica univoca per tutti gli itinerari, nel rispetto del regime di tutela delle aree di propria gestione.

“Questo progetto si sposa perfettamente con la nostra idea di mobilità sostenibile diffusa su tutto il territorio di Roma Capitale e rientra nel nostro piano per riqualificare e rendere fruibili le sponde del fiume Tevere attraverso piste ciclabili e percorsi pedonali”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

“La riqualificazione del Tevere è uno dei nostri obiettivi prioritari e per questo daremo subito il via al tavolo con gli enti di competenza per il primo itinerario da istituire: il percorso da Ostia Antica a Casal Bernocchi, detto anche ‘Sentiero Pasolini’, con il ramo ciclopedonale che dovrà riconnettersi con la ciclabile del Lungomare di Ostia da un lato, e con la rete cittadina dall’altro, in riva sinistra del Tevere”, aggiunge il vicesindaco con delega alla Città in Movimento, Pietro Calabrese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here