Stanziato un milione di euro per interventi di manutenzione delle caditoie. La gara è già nella fase finale, i lavori partiranno a dicembre e proseguiranno fino all’estate. Saranno oggetto di intervento tutti i punti critici della città, identificati tramite il confronto dei rapporti della Protezione Civile e del Simu, nell’ambito di un tavolo che comprende anche Ama e grazie al quale si sta effettuando un’azione sinergica, ottimizzando tempi e risorse.

Lo stanziamento attuale – riferisce il Campidoglio – rappresenta quindi un intervento pianificato e mirato che si aggiunge al regolare e costante lavoro di manutenzione, mai interrotto.

Tutte le operazioni di rifacimento stradale, infatti, sia in gestione ordinaria che straordinaria, prevedono sempre all’interno del singolo appalto la pulizia di tombini e caditoie, in particolare della parte sottostante: tubature, condotti ecc.

Nel corso dell’ultimo trimestre, tra bonifica legata ai vari lavori di riqualificazione viaria (anche #stradenuove) e operazioni dedicate, in caso di segnalazioni ed emergenze, sono stati effettuati circa 2000 interventi, che hanno permesso anche di identificare le caditoie rese inefficienti dalle radici o dai lavori di ditte attive sui sottoservizi.

Attenzione massima, quindi, alla gestione del sistema di raccolta delle acque piovane. Tombini e caditoie non sono affatto dimenticati da questa Amministrazione, come insinuato da alcuni organi di stampa – si legge nella nota di Roma Capitale -, ma sono sempre al centro della programmazione sia economica che operativa.

“La bonifica delle caditoie è una delle nostre priorità – spiega l’assessora alle Infrastrutture Linda Meleo –. Ogni giorno effettuiamo controlli sulle strade della città per prevenire problemi e allagamenti. Con lo stanziamento di nuove risorse diamo un maggior impulso per affrontare le emergenze in modo sistematico e risolverle. Stiamo lavorando ininterrottamente e con il massimo impegno per la sicurezza dei cittadini, non solo con interventi legati al singolo evento atmosferico, ma con una programmazione ragionata, finanziando un piano mirato, risolutivo su tutti i punti critici”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here