“L’indagine di Coldiretti relativa alle vacanze degli italiani in vista del prossimo Capodanno conferma il trend positivo degli agriturismi e, a tal proposito, il Lazio non si farà trovare impreparato. Il turismo rurale fa parte a pieno titolo dell’offerta ricettiva di questo territorio grazie alle straordinarie bellezze di cui disponiamo e di cui godono ogni anno milioni di turisti. Chi prenota negli agriturismi del Lazio sa di scegliere servizi di altissima qualità e proposte che sono in linea con la tradizione anche a fronte di una scelta enogastronomica che mette al centro dell’offerta le nostre origini, la nostra cultura e rappresenta ormai un aspetto essenziale per chi vuole questo tipo di vacanza”. Coldiretti Lazio commenta così i dati resi disponibili dall’organizzazione agricola in ambito nazionale.

Nell’indagine Coldiretti conferma che saranno 6 milioni gli italiani a trascorrere il Capodanno fuori casa con un aumento di circa il 20% rispetto allo scorso anno. Di questi resterà in Italia l’81% dei vacanzieri. “Sul podio delle destinazioni nelle vacanze di fine anno – prosegue l’indagine di Coldiretti – salgono le città e le località d’arte con il 48% seguite dalla montagna con il 38% mentre il resto si divide tra terme, mare e campagna. Il 67% ha scelto di alloggiare in case proprie, di parenti e amici o in affitto mentre il 24% preferisce l’albergo ma tengono le formule alternative come bed and breakfast e agriturismi. Nel tempo gli oltre 23mila agriturismi italiani – aggiunge Coldiretti – hanno però qualificato notevolmente la propria tradizionale offerta di alloggio e ristorazione con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina e wellness. Il budget stanziato – conclude Coldiretti – è di 434 euro per persona con un aumento del 7% rispetto allo scorso anno”.

Nel Lazio gli agriturismi sono 1.253 per un totale, secondo i dati più recenti messi a disposizione dall’Istat, di 14.705 posti letto con un tasso di crescita regionale inferiore solo ai numeri della Sardegna. “Con queste cifre – sottolinea Coldiretti Lazio – il mondo agricolo è pronto a fare la sua parte e a far conoscere la bellezza dei nostri territori e le tradizioni. Siamo pronti con i nostri prodotti tipici a marchio Igp, Dop, i vini Doc e tutte le bontà tutelate anche dai sigilli Campagna Amica e utilizzate per le eccezionali ricette preparate anche dai nostri Agrichef. Insomma c’è un mondo da scoprire e di cui godere che Coldiretti valorizza e tutela e che per tutti i cittadini del Lazio è un bene prezioso di cui vantarsi. Prodotti della natura, specialità del nostro mare, degli allevamenti e dei caseifici che i vacanzieri troveranno negli agriturismi del Lazio, nei mercati Campagna Amica e ovviamente anche sulle tavole dei nostri migliori ristoranti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here