Prosegue la sinergia tra i Carabinieri Forestali e la Fondazione Bioparco di Roma.

Il generale C.A. Angelo Agovino, comandante delle Unità forestali, ambientali e agroalimentari Carabinieri (Cufa), e il presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti, hanno siglato una nuova convenzione che amplia la già stretta collaborazione tra le due istituzioni.

 

L’accordo prevede l’ideazione di attività volte a sensibilizzare il pubblico su tematiche legate alla conservazione delle specie vegetali e animali minacciate.

 

Focus dunque sui crimini ambientali, come il commercio illegale di fauna e flora in via d’estinzione, sui danni arrecati alla conservazione della biodiversità, sulle attività illecite e sulle azioni di prevenzione, vigilanza e repressione che il Cufa e le altre istituzioni preposte attuano in questi ambiti.

Saranno avviati anche corsi di formazione congiunti nel campo della biologia e dell’educazione ambientale.

La collaborazione si è concretizzata nella realizzazione del Museo Ambiente e Crimine (M.A.CRI.), collocato all’ingresso del Bioparco.

La struttura, unica nel suo genere in Europa, è nata nel 2104 con l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico su diverse tipologie di reati: da quelli che deturpano il patrimonio ambientale a quelli contro le specie protette. E poi i reati relativi ai danni contro la fauna selvatica e quelli provocati nell’ambito agroalimentare.

 

Il museo è intitolato al grande etologo e scienziato Danilo Mainardi per il suo prezioso contributo allo studio del comportamento animale e alla diffusione della cultura del rispetto e della salvaguardia della natura.

Dalla sua apertura è stato visitato da circa due milioni di persone, soprattutto famiglie e scolaresche.

 

Bioparco 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here