“La Casa Internazionale delle Donne di Roma di nuovo oggetto di scontro, proprio quando pensavamo che la pronuncia del Parlamento ad ottobre avesse finalmente messo fine ad un contenzioso irragionevole e aperto la strada, come tante volte richiesto dalle associazioni di donne, all’apertura di nuovi luoghi con il beneficio del comodato d’uso gratuito. 

Quel luogo simbolico della storia del femminismo di questo Paese, vivo, aperto alla città, che ogni giorno rappresenta uno spazio di libertà del pensiero e della cultura delle donne e dove si lavora per contrastare la violenza maschile non può essere svilito e attaccato per ragioni che a questo punto sono del tutto senza senso, perché il debito presunto non esiste più e la convenzione può essere ripristinata. Proprio mentre tutte le Istituzioni stanno ingaggiando una lotta senza frontiera verso la parità dei diritti e il contrasto alla violenza di genere, una posizione come quella del Comune di Roma rischia di essere un boomerang. I luoghi delle donne devono essere moltiplicati, difesi e sostenuti, senza se e senza ma”.

 

Lo dichiara in una nota Giovanna Pugliese, Assessora alle Pari Opportunità e Turismo della Regione Lazio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here