“Cashback con il giallo. Spuntano bollette e Imu”. Così titola in prima pagina Il Giornale.

A pagina 21: “Nel Cashback di Stato spunta la «lotteria» Imu”. L’App IO computerebbe nel totale il pagamento delle tasse. E ci sono anche le bollette di casa.

“(…) Da qualche giorno – si legge nel pezzo di Gian Maria De Francesco – giungono segnalazioni circa il conteggio da parte dell’App IO delle transazioni effettuate per pagare le utenze domestiche con mezzi elettronici come carte e bancomat presso negozi fisici come uffici postali o tabaccherie. Non è stato possibile ottenere un immediato riscontro da parte dei gestori del servizio come PagoPA e Sogei, ma i tecnici del ministero dell’Innovazione, retto da Paola Pisano, evidenziano che «sono inclusi nel programma Cashback tutti i pagamenti effettuati con strumenti di pagamento elettronici presso punti fisici (non online)». D’altronde, non si possono non registrare due indizi che lasciano pensare che il piano cashless, studiato per incoraggiare gli acquisti con i mezzi di pagamento elettronici, si applichi anche al saldo delle bollette e, persino, di Imu e altre tasse ove sia possibile pagarle con le carte. Le Faq del sito cashlessitalia.it riportano tra i pagamenti esclusi, oltre a quelli effettuati online, sugli Atm e agli addebiti su conto corrente, figurano anche le operazioni ricorrenti con addebito su carta. Dunque nulla osta, ove la bolletta non sia stata domiciliata sul proprio strumento di pagamento, al pagamento presso un ufficio postale o una tabaccheria con la propria carta e dunque al suo computo nel piano rimborsi del 10 per cento (…)”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here