Si è chiuso il 6 gennaio con una grande festa in onore della Befana il “Villaggio del Natale” che ha fatto registrare la cifra record di oltre 35.000 visitatori. Un grande successo apprezzato da tutti coloro che hanno scelto il castello per trascorrere una giornata di spensieratezza e magia passeggiando tra gli esclusivi allestimenti realizzati da Fondazione Caffeina, vincitrice del bando per il 2019, per il progetto Feste delle meraviglie promosso dalla Regione Lazio con la supervisione organizzativa di LAZIOcrea in collaborazione con il Comune di Santa Marinella, MiBACT e Coopculture.

Una programmazione che ha visto un significativo aumento del numero di biglietti emessi rispetto allo scorso anno. Il pubblico ha potuto apprezzare non solo il Villaggio, la pista di pattinaggio sul ghiaccio e le attrazioni dedicate ai più piccini ma anche i Musei del Castello di Santa Severa: è stata premiata, infatti, la novità di quest’anno di poter visitare, oltre al Villaggio del Natale, i musei del castello che hanno registrato circa 23.000 visitatori.

Le tantissime attrazioni hanno permesso al pubblico di spaziare in termini di offerta diversificando la propria esperienza tra il Villaggio degli Elfi sulla Spianata, il trenino per i più piccoli e l’Antica Giostra; in tanti hanno provato l’ebbrezza di montare su un cavallino della Fattoria elfica, fatto un giro sulSentiero dei pony, o un viaggio attraverso il sistema solare nel Planetario. E poi l’animazione della Casa della Befana, con la vecchina sempre pronta ad accogliere i bambini, il grande palazzo di Babbo Natale, con la cucina, il salotto, la camera da letto e la sala del trono, e i simpatici elfi delle poste dei bambini. Per finire, un grande presepe affacciato sull’azzurro del mare con una vista mozzafiato. I visitatori hanno particolarmente apprezzato gli spettacoli del Teatro fantastico, del laboratorio degli Elfi e dei laboratori della natura a cura deiParchi del Lazio che hanno intrattenuto tantissimi bambini con spettacoli e attività. Ottimi risultati di presenze anche per l’Ostello che è rimasto aperto per tutto il periodo di programmazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here