Un altro locale in fiamme, un altro probabile attentato a Centocelle. Dopo l’incendio che ha distrutto il caffè letterario antifascista La Pecora Elettrica il 6 novembre scorso, stanotte è andato a fuoco il “Baraka Bistrot” in via dei Ciclamini 101. Un rogo che dalla dinamica sembrerebbe anche in questo caso di natura dolosa, visto che  la serranda è stata divelta e ci sono tracce di liquido infiammabile.

Il Baraka Bistrot aveva manifestato su facebook solidarietà «agli amici compagni della Pecora Elettrica».

E’ il quarto locale andato a fuoco in pochi mesi nel quartiere di Centocelle.

 

Immediata la reazione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, che ha twittato: “Roma è con il Baraka Bistrot e tutte le realtà che producono cultura e aggregazione a Centocelle. Questa notte un altro rogo inquietante, a pochi metri da #pecoraelettrica: Roma Capitale è con voi. Non dobbiamo abbassare lo sguardo di fronte a questi atti, avanti a #atestaalta“, ha scritto la sindaca.

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha commentato su facebook: “Centocelle questa notte ha subito il quarto rogo di un esercizio commerciale in pochi mesi. E’ evidente che questi delinquenti stanno tentando di far morire un quartiere vivo e vitale. Come Regione Lazio intensificheremo le misure per la sicurezza urbana e faremo tutto ciò che in nostro potere per aiutare i gestori di questi locali ed evitare che fatti del genere possano ripetersi. Per questo presenteremo un pacchetto di provvedimenti a sostegno di imprenditori colpiti da atti intimidatori e di violenza e porteremo con forza alla riunione del comitato per l’ordine e sicurezza prevista per la prossima settimana”.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here