“Questa è la storia di un Presidente del Consiglio di un Comune alle porte di Roma, Ciampino, denunciato già nel passato per violenza privata e oggi sotto i riflettori per una testata nei confronti della ex moglie, il tutto in video e in presenza dei figli, durante la Didattica a distanza. Ovvio che la magistratura farà la sua strada ma la Politica non si renda complice relegando in modo vigliacco un fatto così grave, perpetrato da un uomo delle Istituzioni, a questione privata. Se accadesse questo, le parole per il contrasto alla violenza di genere, usate ogni giorno da politici e rappresentanti istituzionali sarebbero colpevolmente ipocrite. Chiacchiere di facciata. Se il maschilismo di Balmas è inaccettabile, si alzi senza indugio lo sdegno e si proceda a rimuovere un soggetto potenzialmente pericoloso, certamente inopportuno per rappresentare un Consiglio Comunale”.

Così in una nota Oria Gargano, presidente BeFree, una delle organizzazioni più attive e storiche della lotta al contrasto alla violenza di genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here