“L’accordo ‘Sviluppo e sicurezza dell’infrastruttura ferroviaria nel porto di Civitavecchia’, siglato questa mattina tra l’Autorità di sistema portuale del mar Tirreno Centro Settentrionale e Rfi, presso la Regione Lazio, va esattamente nella direzione che auspichiamo da tempo: siamo convinti che il potenziamento del penultimo e ultimo miglio ferroviario del Porto di Civitavecchia sia un elemento fondamentale per l’efficientamento del traffico passeggeri e merci, e che possa rappresentare un volano per il tessuto produttivo di tutto il territorio”.

E’ quanto dichiara il Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci, aggiungendo che “il potenziamento della rete infrastrutturale in senso intermodale è esattamente ciò che serve per facilitare la ripresa economica e occupazionale del Lazio, a maggior ragione alla luce degli impatti sociali provocati dall’emergenza Covid. Da tempo ribadiamo che, anche per il suo posizionamento strategico al centro della Penisola e del Mediterraneo, il porto di Civitavecchia può rappresentare un vero e proprio fiore all’occhiello dell’economia regionale, nazionale e internazionale. Per parte nostra, continuiamo a seguire con attenzione e propositività ogni tematica legata alla valorizzazione della rete trasportistica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here