Un formale invito alla giunta e ai consiglieri della Regione Lazio a partecipare all’Assemblea Pubblica per la vertenza sulle attività in appalto nei CUP, nel ReCUP e nei servizi amministrativi del Servizio Sanitario della Regione Lazio, che si svolgerà il 13 settembre 2022, alle ore 18.00 presso il Teatro Mongiovino in Via G. Genocchi 15 a Roma è stato inoltrato dal sindacato Cobas.

«Parleremo delle attività CUP, RECup e dei Servizi Generali che la Regione Lazio ha esternalizzato e dato in appalto esprimendo ciò che una Pubblica Amministrazione non dovrebbe mai fare! Infatti l’appalto Cup del 2014 è stato annullato dopo essere finito nelle indagini su Mafia Capitale; il bando sui Servizi Generali del 2017 è stato clamorosamente annullato dal Consiglio di Stato; il bando Cup del 2018 ha dato luogo ad un subentro del nuovo appaltatore che è stato dichiarato illegittimo dal Tribunale di Roma» ci spiega Domenico Teramo, rappresentante dei COBAS del settore lavoro privato.

Il sindacato COBAS evidenzia che malgrado tutto questo nel 2022 il servizio Cup è stato messo nuovamente a bando e addirittura i lavoratori dei servizi amministrativi – servizi vitali per la stessa esistenza delle ASL e dell’intero sistema Sanità del Lazio – sono stati appaltati ad una agenzia per il lavoro, il cui contratto scadrà a dicembre 2022.

«L’aspetto davvero incredibile è che se invece i lavoratori fossero regolarmente assunti e percepissero lo stipendio dovuto agli impiegati ASL comunque la Regione avrebbe un risparmio di oltre 13 milioni di euro l’anno rispetto a quanto attualmente spende», afferma il sindacalista.

L’assemblea pubblica è propedeutica allo sciopero di questi lavoratori indetto per il 22 settembre prossimo e vuole essere un momento di denuncia delle condizioni lavorative degli addetti ai servizi in appalto e di confronto con forze politiche col fine dichiarato di avviare un percorso che porti a una normativa nazionale e regionale che preveda l’internalizzazione dei servizi Cup, ReCup e amministrativi.

Durante l’evento – trasmesso in diretta streaming sui canali social – sarà anche proiettato il film documentario “Le preocCUPate” realizzato dai COBAS del lavoro privato in collaborazione con l’associazione “Lavoro Vivo ” di Roma.