Il Codacons lancia oggi una azione legale riservata ai residenti del quartiere Prati, finalizzata ad ottenere la riduzione della Tari nella misura dell’80% così come previsto dalla normativa vigente.
Alla base dell’azione collettiva, la mancata raccolta dei rifiuti in diverse strade del quartiere, che da giorni vive una situazione di emergenza documentata dal Codacons attraverso una serie di immagini già denunciate alla Procura e che finiranno ora anche al vaglio della Corte dei Conti.
“Tutte le famiglie residenti nel quartiere Prati possono chiedere la riduzione dell’80% della Tari in relazione ai disservizi nella raccolta dei rifiuti e nella pulizia delle strade, servizi che non vengono svolti in modo continuativo ed efficiente come prevede la legge vigente” – afferma il presidente Carlo Rienzi.
A dimostrazione della situazione che caratterizza la zona, il Codacons porta l’esempio di un topo morto che da 15 giorni giace su un marciapiede di una strada centrale del quartiere, assieme a cartacce e immondizia varia, carcassa in decomposizione che non viene rimossa dagli addetti Ama nonostante sia sotto gli occhi di tutti e nonostante numerose segnalazioni inviate all’azienda.
“Invitiamo tutte le famiglie che risiedono nel quartiere Prati ad attivarsi per tutelare i propri diritti e chiedere la riduzione della Tari aderendo all’azione lanciata sul nostro sito – prosegue Rienzi – E domani presenteremo un esposto alla Corte dei Conti del Lazio affinché apra una indagine in relazione ai possibili danni erariali legati alla malagestione Ama”.
Tutti gli interessati possono aderire all’azione alla pagina https://codacons.it/azione-rifiuti-roma-agisci-la-restituzione-delle-somme-percepite-illegittimamente-dallama/
Intanto dopo la denuncia del Codacons sul caso del topo del quartiere Prati, stanno arrivando all’associazione altre segnalazioni analoghe da parte dei cittadini romani, a dimostrazione delle carenze nel servizio di pulizie delle strade capitoline.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here