Le scuse dopo i disservizi. Un classico, che ovviamente non può bastare per archiviare la domenica nera regalata da Dazn ai suoi abbonati. Due partite del campionato di Serie A, Inter-Cagliari e Verona-Lazio, sono state segnate da problemi di visualizzazione, a cui ora l’azienda deve porre rimedio, come chiedono le associazioni Codici ed Aeci.

“Non ci interessa di chi sia la responsabilità di quanto accaduto – affermano Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, ed Ivan Marinelli, Presidente di Aeci –, quello che conta è che i consumatori danneggiati siano rimborsati. Ci auguriamo che Dazn proceda in questa direzione, prendendo seriamente in considerazione i disagi causati e tutelando i propri utenti. Naturalmente siamo pronti ad intervenire se questo non dovesse accadere tempestivamente”.

Quanto successo ieri ripropone anche il tema della qualità del servizio fornito ai consumatori, cruciale soprattutto in ottica futura, in vista dell’avvio della prossima stagione calcistica, quella del passaggio di testimone tra Sky e Dazn per quanto riguarda la Serie A. “Abbiamo avviato una class action nei confronti di Sky – ricordano Giacomelli e Marinelli – per il Pacchetto Calcio 2018-2021. Non vorremmo che quella situazione si ripresentasse, ovvero che il cambio dell’offerta televisiva non venga adeguatamente comunicato ai consumatori, lasciati all’oscuro o quasi di tutto ed ostacolati anche nell’esercizio dei propri diritti, come quello al recesso”.

Da qui l’invito delle due associazioni sia alle società, affinché adottino un comportamento corretto e trasparente nei confronti degli utenti, sia ai consumatori, con l’invito a segnalare eventuali problemi legati al contratto, all’esercizio dei propri diritti. È possibile mettersi in contatto con Codici ed Aeci scrivendo un’email a segreteria.sportello@codici.org o assistenza@euroconsumatori.eu. Sui siti delle due associazioni (www.codici.org – www.euroconsumatori.eu) sono inoltre disponibili i moduli per partecipare alla class action contro Sky per il Pacchetto Calcio 2018-2021, in quanto le adesioni all’iniziativa sono ancora aperte.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here