“Colf e badanti, arrivano i rincari”, titola in prima pagina Il Sole 24 Ore. Il nuovo contratto. Da ottobre indennità mensili di 116 euro alle baby sitter (bambini fino a 6 anni) e di 100 a chi assiste due anziani non autosufficienti. Fino a 64 ore di formazione.

Il quotidiano economico riporta le principali novità:

Da gennaio 12 euro al mese di aumento – I minimi retributivi del personale domestico aumentano dal 1° gennaio 2020 di 12 euro al mese per i lavoratori conviventi inquadrati nel livello B super e in misura proporzionale per gli altri livelli. Da gennaio passano da 0,03 a 0,06 euro all’ora i contributi di assistenza contrattuale (Cassa Colf).

Da ottobre 100 euro di indennità mensili  – Dal 1° ottobre, in aggiunta alla retribuzione, i lavoratori del livello B Super che assistono bambini fino a sei anni, hanno diritto a un’indennità di 115,76 al mese. L’indennità è di 100 euro mensili per i lavoratori del livello C Super e D Super che assistono più di una persona non autosufficiente.

Fino a 64 ore di permessi pagati – I lavoratori assunti a tempo pieno e indeterminato con anzianità di almeno sei mesi possono avere 40 ore annue di permesso retribuito per frequentare corsi di formazione. Se i corsi sono riconosciuti e finanziati da Ebincolf, il permesso arriva a 64 ore annue.

Se muore l’assistito versano i familiari – Se la persona assistita viene a mancare, il rapporto di lavoro può risolversi, ma i familiari coabitanti, i coniugi e le persone unite da unione civile o da stabile convivenza sono obbligati in solido per i crediti di lavoro maturati dal lavoratore (ad esempio il Tfr)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here