“I dati riportati sulla stampa oggi dalla Fiepet-Confesercenti in merito ai negozi della Capitale sono impietosi: 400 attività commerciali, in particolare quelle relative al circuito della ristorazione, non riapriranno le serrande dopo la pausa estiva. Un danno alle imprese romane e laziali, di cui molte Pmi, un effetto negativo sui livelli occupazionali e ripercussioni anche sull’indotto economico cittadino con una notevole perdita del Pil. Numeri da brivido se parametrati a livello nazionale dove la filiera dell’agroalimentare – che secondo i dati della Coldiretti vale 575 mld e impiega 4 mln di lavoratori – viene colpita duramente. La stangata della crisi energetica, insieme all’impennata del costo delle materie prime (tra spesa, benzina e bollette), rischia di mettere a tappeto oltre al mondo imprenditoriale anche le famiglie italiane. Serve quindi un intervento strutturale per aiutare chi fa impresa, genera ricchezza e posti di lavoro. L’introduzione di incentivi e sgravi fiscali e l’applicazione della ‘flat tax’ – con un sistema di tassazione che applica una singola aliquota fiscale a tutti i livelli di reddito – come proposto dalla Lega se andrà al Governo, darebbe una boccata d’ossigeno a milioni di imprenditori e famiglie italiane”.

È quanto dichiara in una nota Monica Picca, candidata per la Lega nel collegio Lazio 1 Camera dei Deputati per le elezioni politiche 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here