A margine dell’incontro organizzato dall’associazione nazionale per l’industria e il terziario (Anpit), Massimo Giletti ha parlato dell’ipotesi di una sua candidatura a sindaco di Roma: “Non parlo da candidato ma provo angoscia a vedere Roma ridotta così ha dichiarato Giletti – quando deciderò, lo dirò. Ma ho bisogno di pensarci duemila volte. Quando mi dicono ‘fai il sindaco di Roma’… ma io nemmeno di Ladispoli perché dovrei andare lì con una ruspa e tirare giù tutto. Avete visto in che stato è ridotta Roma? Erba da tutte le parti, ci vuole poco a fare meglio”. 

Esternazioni criticate aspramente dal leader di Azione, Carlo Calenda, in corsa per la poltrona di sindaco: “Governare Roma è un’impresa difficilissima e per farlo serve la testa, altro che la ruspa. Queste idiozie che non vogliono dire nulla vanno bene per l’intermezzo di uno show televisivo non per candidarsi a governare la Capitale d’Italia”, la dura replica di Calenda su Twitter.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here