La GDPR segna il prossimo importante adeguamento in termini di compliance per tutte le aziende europee, indipendentemente dalle loro dimensioni.

Si tratta del nuovo regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, ossia un insieme di norme e linee guida che, a partire dal 25 maggio 2018, tutte le realtà professionali e imprenditoriali dovranno rispettare.

Questo significa avere l’obbligo, in tempi brevissimi, di consolidare le misure per la tutela della privacy seguendo i dettami del GDPR, rispondendo al contempo ad una esigenza di protezione e sicurezza dei dati che si gestiscono.

Al fine di assicurare la conformità a quanto previsto dal GDPR, nonostante i tempi ormai siano piuttosto stretti, i passi da compiere sono dunque molti ma imprescindibili. Oltre a contribuire nel centrare gli obiettivi del regolamento, infatti, si eviterà di incappare in sanzioni che, per la mancata compliance, possono arrivare fino al 4% del fatturato.

In ogni caso, è bene non adottare soluzioni improvvisate e avvalersi di consulenti e partner IT preparati e certificati per stilare il piano d’azione migliore e ottimizzare gli investimenti necessari. Se infatti è vero che il GDPR rimette le persone al centro (riconoscendo il pieno diritto alla trasparenza del trattamento dati) è anche vero che tutto questo è ottenibile solo attraverso l’impiego di sistemi e soluzioni altamente affidabili e ad elevato contenuto tecnologico.

Confartigianato Roma Centro Servizi, in collaborazione con Morris Consulting, è a disposizione degli Associati per l’analisi della loro situazione e la redazione di un documento contenente tutte le attività e le misure che dovranno essere messe in essere per essere compliant con il CDPR e quindi rispettare la norma e non incorrere nelle pesanti sanzioni previste.

Per usufruire del servizio contattare:

Roberto Palliccia 3343077350 o Marco Carloni 3939448545

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here