“L’Unione Sindacale di Base da domani, giovedì 20 gennaio e fino al 30 gennaio, avvierà sul sito www.usb.it una consultazione online aperta a tutti i lavoratori e le lavoratrici sui contenuti dell’ipotesi del CCNL Funzioni Centrali.

Un’iniziativa dall’emblematico titolo “iodicolamia” che si colloca perfettamente nel solco di quel percorso partecipato e democratico che ha caratterizzato l’azione sindacale dell’USB Funzioni centrali durante tutti i lunghi mesi che hanno portato all’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL”.

Così in una nota l’Unione Sindacale di Base – Pubblico Impiego – Funzioni Centrali

“L’USB non ha sottoscritto tale ipotesi ritenendola complessivamente insoddisfacente sia per quanto concerne la parte economica (con aumenti contrattuali assolutamente irrisori rispetto al galoppante aumento del costo della vita) che per quanto attiene gli altri istituti ed aspetti normativi: da un sistema di classificazione conservativo che riproduce la distanza tra la fotografia dell’ordinamento professionale e le funzioni effettivamente svolte dal personale, a una modifica della struttura retributiva che sgancia una parte consistente del nostro salario dalla retribuzione tabellare, al sistema di valutazione che penetra pesantemente in ogni aspetto della vita lavorativa, fino ad arrivare ad una disciplina del lavoro agile orientata al controllo, attraverso l’estensione delle fasce di contattabilità, invece che a garantire la conciliazione tempi di vita-tempi di lavoro.

Su tutto la riproposizione del ricatto contenuto, anche in questa tornata contrattuale, in quella norma antidemocratica e discriminatoria che subordina la possibilità di accedere all’informativa sindacale e alla contrattazione integrativa nazionale e locale alla sottoscrizione del contratto.

La consultazione online verterà esattamente su questi argomenti offrendo a tutti i lavoratori la possibilità di pronunciarsi sugli aspetti salienti del contratto.

In questi giorni saranno avviate le assemblee nei posti di lavoro al fine di illustrare i contenuti del contratto e favorire una partecipazione consapevole alla consultazione avviata dall’Unione sindacale di base”, conclude il sindacato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here