“Siamo ovviamente lieti di vedere nei bollettini diramati dalla Protezione Civile e dalle Regioni ogni giorno un trend di netta riduzione per quanto riguarda i contagiati, è chiaro che le buone notizie sono sempre benvenute e che servono e sono benvenuti ottimismo e positività senza allarmismi inutili.

Ma serve anche correttezza e precisione rispetto alle notizie dei vari focolai, dato che i numeri non combaciano.

Oggi la Campania per esempio annuncia un solo nuovo positivo eppure ci sono 23 nuovi positivi nel focolaio di Mondragone, sempre la Campania sabato annunciava tre contagi nonostante i casi a Mondragone, oppure il Lazio che domenica conteggiava nove positivi di cui 4 a Roma pur avendone 12 nel solo focolaio di Fiumicino.

Poi alcuni contagiati sono spalmati nei giorni precedenti o successivi, lo sappiamo, ma ripeto serve chiarezza:  non possiamo parlare di un contagiato In Campania se poi sono 24…

La popolazione ha diritto ad un’informazione corretta e precisa sui numeri, sulla loro certezza, perché da questa informazione discendono poi i comportamenti conseguenti e il rispetto delle regole date o suggerite dalle Regioni”.

Lo afferma il sen. Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here