“Rispettiamo lo sforzo del Governo in questa fase, ma non possiamo accettare l’enorme disparità di trattamento riservata ai lavoratori autonomi nel decreto #CuraItalia”. Lo afferma in una nota Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

“Riconoscere 600 euro solo a marzo per piccole partite IVA, commercianti, artigiani, lavoratori della conoscenza, giovani professionisti, significa non volerli aiutare – prosegue Carfagna -. Il contributo deve andare anche a chi non è iscritto all’Inps, deve durare almeno 3 mesi e va aumentato a 780 euro, la cifra base del reddito di cittadinanza: non un euro in meno.

Se il governo si mostrerà disponibile ad ascoltarci e ad accogliere le nostre proposte voteremo sì al decreto, altrimenti sarà difficile sostenere un provvedimento insufficiente e iniquo.

In questa prova drammatica la collaborazione tra maggioranza e opposizione è fondamentale: da parte nostra c’è la massima disponibilità, ci aspettiamo lo stesso da parte dell’esecutivo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here