Angelus, messe e altri eventi religiosi devono essere tramessi unicamente su radio e tv, per evitare il diffondersi del coronavirus tra i fedeli. A chiederlo il Codacons, che rivolge un appello a Papa Francesco e ai vertici del Vaticano.

“L’emergenza sanitaria attuale rende indispensabili misure straordinarie a tutela della salute dei fedeli – spiega il presidente Carlo Rienzi – Non solo nelle zone del focolaio ma in tutta Italia le funzioni religiose che producono assembramenti di persone devono essere solo trasmesse in diretta su tv e radio locali in modo da consentire egualmente la partecipazione dei credenti da casa”.

“Rivogliamo un appello al Papa e al Vaticano affinché diano disposizioni precise in tale direzione, e perché anche l’Angelus sia trasmesso unicamente in diretta televisiva sulle principali reti, almeno fino a che non sarà cessata l’emergenza”, conclude Rienzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here