“Ho presentato un’interrogazione ai ministri Dadone e Guerini, dopo che la maggioranza ha bocciato un nostro emendamento in materia, perché chiariscano come intendono intervenire per stabilizzare tutti quei militari di cui è stato disposto l’eccezionale arruolamento nello scorso marzo, nel quadro delle operazioni di contrasto alla diffusione del covid-19. A fine marzo, infatti, furono arruolati per un anno centoventi ufficiali medici, con il grado di tenente e duecento sottufficiali infermieri, con il grado di maresciallo, in possesso rispettivamente della laurea magistrale in medicina e chirurgia e della laurea in infermieristica e della relativa abilitazione professionale. In una difficile situazione come quella che stiamo vivendo, chiediamo al governo di assumersi le proprie responsabilità, confermando al loro posto queste energie fondamentali per la sanità pubblica, riducendo i rischi di contagio derivanti da una eventuale operazione concorsuale che avrebbe inoltre oneri economici significativi. La Lega continuerà a fare la sua parte nella lotta al coronavirus con proposte di buonsenso che premino competenza, capacità e sostenibilità”.

Così il senatore della Lega William De Vecchis, primo firmatario dell’interrogazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here