“Incubo default per il 10% delle imprese”. Così apre Il Sole 24 Ore stamattina. Coronavirus, il Cerved: conseguenze pesanti se la crisi non sarà risolta entro metà 2020. Tra i settori più colpiti costruzioni, tessile, trasporti e turismo.

A pagina 5: “Per una impresa su dieci lo spettro del default”. La simulazione. Cerved Rating Agency stima un raddoppio delle difficoltà nell’ipotesi (ancora ritenuta improbabile) di una crisi non risolta in sei mesi.

“Scenario “soft”: a soffrire sono soprattutto turismo, costruzioni, alberghi, ristorazione. Scenario “hard”: i danni, pesanti, arrivano per tutti. E sulla base di quest’ ipotesi, quella di una pandemia prolungata, non arrestata entro l’anno, un’azienda su dieci in Italia sarebbe a rischio default – si legge nell’articolo di Luca Orlando -. Un più che raddoppio rispetto ai livelli attuali, stima l’agenzia di rating di Cerved, che sulla base della distribuzione attuale dei giudizi espressi su 25mila aziende simula l’impatto del Coronavirus in ciascun settore.

Fonte: Cerved – Il Sole 24 ore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here