“La situazione di emergenza sanitaria ha innegabilmente pesato sui ragazzi in termini di fatica di apprendimento. Non parlerei, però, di ore di lezione perse – perché il lavoro è stato molto da parte di docenti e allievi anche se svolto diversamente – ma di progetti per ripartire. Importante è, dunque, pensare a modalità di recupero per fornire un supporto sulle principali carenze”. Così Cristina Costarelli, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Presidi del Lazio, intervistata stamane da Buongiorno Regione sul rientro parziale della scuola in presenza nel Lazio. Da qui la proposta: “Pensiamo – ha aggiunto Costarelli – a corsi intensivi più incisivi nell’aiutare gli studenti ad affrontare e superare le difficoltà, da svolgersi pure nei mesi estivi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here