«Ogni giorno ricevo telefonate angoscianti di proprietari di pub e cocktail bar, le cui attività sono chiuse, e di ristoratori e baristi con locali senza tavoli all’aperto, che stanno fallendo. Soffocati, come sono, da tasse, balzelli, costi fissi e con zero entrate da quasi un anno. È una situazione drammatica che riguarda oltre il 50% del settore Horeca, ancora oggi impossibilitato a lavorare».

 

Lo ha reso noto Paolo Bianchini, presidente di MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.

 

«Il Governo dovrebbe assumersi subito la responsabilità – oggi, non domani – di eliminare la misura assurda e ideologica del coprifuoco, contestata pubblicamente anche da autorevolissimi infettivologi, e consentire ai piccoli imprenditori dell’ospitalità a tavola di lavorare dalla prossima settimana in poi sia al chiuso sia all’aperto nell’arco dell’intera giornata. Ciò, ovviamente, sulla base dei rigidi protocolli elaborati dalla Conferenza delle Regioni», ha concluso Paolo Bianchini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here