“Credito, più facile finire in default”, è l’apertura odierna di Italia Oggi. Parametri più stringenti per certificare le imprese inadempienti. Compensazione vietata tra linee creditizie. Siglato il protocollo tra Abi e associazioni d’imprese.

Luigi Chiariello scrive: “(…) Oggi le imprese vengono classificate automaticamente in default dalla banca se accu- sano arretrati di pagamento «rilevanti» per oltre 90 giorni consecutivi sulle esposizioni in essere verso il proprio isti- tuto di credito. Ma che significa «rilevante»? A definirlo sono le nuove regole Ue (regolamento n. 171 del 19/10/2017). Le nuove regole Ue chia- riscono che per «arretrato rile- vante» si intende un ammonta- re superiore a 500 euro (relativo a uno o più finanziamenti) che rappresenti più dell’1% del to- tale delle esposizioni dell’im- presa verso la banca. Il tetto scende per le persone fisiche e le pmi indebitate verso la stes- sa banca per un ammontare complessivamente inferiore a 1 mln di euro: l’importo di 500 euro è ridotto a 100 euro (…)”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here