“Il nuovo regolamento sul servizio Oepa a trazione dem, appena approdato in Aula Giulio Cesare per la discussione, ha una dichiarata impronta neo-liberista. Questo regolamento finanzia le scuole paritarie che già godono del Fondo per la Parità, mentre il servizio pubblico resta sempre più carente: basti vedere cosa succede in vari istituti dove spesso vengono ridotte le ore settimanali di assistenza.
Inoltre, viene di fatto abbandonato il processo di internalizzazione e viene annacquata la clausola di salvaguardia, mentre i lavoratori, sempre più esasperati, hanno proclamato uno sciopero per il prossimo 28 aprile. La quota di maggioranza che un tempo si collocava a sinistra del partito democratico oggi boccia l’internalizzazione con un atto di assoluta incoerenza. Ultimo ma non ultimo, è arrivata una sfilza di pareri contrari degli uffici cui la maggioranza intende porre rimedio con 45 emendamenti. Arrivati a questo punto, abbiamo chiesto che il provvedimento tornasse in commissione, ma il loro no perentorio ci ha costretto a uscire dall’aula perché ci rifiutiamo di lavorare così ed essere compartecipi di un vero e proprio colpo di mano.
La maggioranza Gualtieri la smetta di compiere questi blitz, si rimetta al tavolo e ridiscuta seriamente un regolamento che presenta delle fortissime criticità”.

Così in una nota il consigliere della Lista Civica Raggi Ecologia e Innovazione Antonio De Santis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here